Aggregatore Risorse

Incoterms 2020 – Termini commerciali internazionali

Esperienza e competenza per aiutarti a navigare attraverso le regole per la vendita di beni in tutto il mondo.

L'acquisto e la vendita di beni nel sistema del commercio internazionale possono spesso essere complicati poiché è necessario stabilire con esattezza responsabilità, costi e rischi per tutte le parti.

Per aiutarti nelle tue attività di importazione ed esportazione, la Camera di commercio internazionale (ICC) ha introdotto i Termini commerciali internazionali (Incoterms®), che fungono da condizioni commerciali essenziali per la vendita di beni a livello mondiale. Che si tratti di eseguire un ordine di acquisto, imballare ed etichettare una spedizione o preparare un certificato di origine, queste norme sono ormai parte del nostro linguaggio commerciale quotidiano e sono lì per guidarti.

La ICC ha mantenuto e sviluppato queste normative dal momento della loro prima pubblicazione nel 1936. Per aiutare le imprese a prepararsi al prossimo secolo di commercio globale, la nuova edizione delle normative, Incoterms® 2020, è entrata in vigore il 1° gennaio 2020 e deve essere utilizzata come riferimento in futuro.

Le regole Incoterms® presentano una serie di termini commerciali di tre lettere che hanno tutti significati molto precisi per la vendita di merci in tutto il mondo. 

Scarica qui la tabella ufficiale Incoterms. 
 

Regole per qualsiasi modalità di trasporto:

EXW - Franco fabbrica (luogo convenuto)

Spesso utilizzato quando si effettua una quotazione iniziale per la vendita di merci senza costi inclusi, EXW significa che il venditore rende la merce disponibile presso la propria sede o in un altro luogo convenuto (stabilimento, fabbrica, magazzino, ecc.). Il venditore non deve caricare la merce su alcun veicolo di ritiro, né deve sdoganare la merce per l'esportazione.

FCA - Franco vettore (luogo convenuto)

FCA può avere due significati diversi, ciascuno con livelli di rischio e costo variabili per il compratore e il venditore. FCA (a) viene utilizzato quando il venditore consegna le merci, sdoganate per l'esportazione, in un luogo convenuto che è la loro sede. FCA (b) viene utilizzato quando il venditore consegna la merce, sdoganata per l'esportazione, in un luogo convenuto che non è la sua sede. In entrambi i casi, la merce può essere consegnata a un vettore designato dal compratore o ad un'altra parte nominata dall'acquirente.

CPT - Trasporto pagato fino a (luogo di destinazione convenuto)

In caso di CPT il venditore paga per il trasporto di merci fino al luogo di destinazione convenuto. 

CIP - Trasporto e assicurazione pagati fino a (luogo di destinazione convenuto).

Simile a CPT con la differenza che il venditore è tenuto a stipulare un'assicurazione minima per le merci durante il trasporto. 

DAP - Reso nel Luogo (luogo di destinazione convenuto)

Si ritiene che la consegna da parte del venditore sia avvenuta nel momento in cui la merce è messa a disposizione del compratore sul mezzo di trasporto in arrivo e pronta per essere scaricata nel luogo di destinazione indicato. Ai sensi dei termini DAP, il venditore deve gestire tutti i rischi connessi alla consegna della merce.

DPU – Reso non caricato al luogo di destinazione (luogo di destinazione convenuto)

Questo Incoterm richiede che il venditore consegni la merce, scaricata, nel luogo indicato. Il venditore copre tutti i costi di trasporto (tasse di esportazione, trasporto, scarico dal vettore principale nel porto di destinazione e tasse portuali di destinazione) e si assume tutti i rischi fino all'arrivo nel luogo di destinazione.

DDP - Reso sdoganato (luogo di destinazione).

Il venditore è responsabile della consegna della merce nel luogo convenuto nel Paese del compratore e paga tutti i costi per portare la merce a destinazione, compresi i dazi e le tasse di importazione. Il venditore non è responsabile dello scarico.

 

Regole per il trasporto marittimo e lungo le vie navigabili interne:

FAS - Franco lungo Bordo (porto d'imbarco convenuto).

Il venditore effettua la consegna mettendo la merce sottobordo della nave (ad es. su una banchina o su una chiatta) designata dal compratore nel porto d'imbarco convenuto. Il rischio di perdita o di danni alla merce passa quando la merce è sottobordo la nave e il compratore si fa carico di tutte le spese da tale momento in avanti.

FOB – Franco a bordo

Il venditore consegna la merce a bordo della nave designata dal compratore nel porto di imbarco convenuto o procura la merce già così consegnata. Il rischio di perdita o di danni alla merce passa quando la merce è a bordo della nave e il compratore si fa carico di tutte le spese da tale momento in avanti.

CFR – Costo e nolo

Il venditore consegna la merce a bordo della nave. Il rischio di perdita o danneggiamento delle merci passa quando le merci si trovano a bordo della nave. Il venditore deve contrattare e pagare i costi e il nolo necessari per portare la merce nel porto di destinazione indicato.

CIF – Costo, Assicurazione e Nolo

Lo stesso del CFR con l'aggiunta che il venditore deve anche fornire una copertura assicurativa minima contro il rischio, incorso dal compratore, di perdita o danneggiamento della merce durante il trasporto.

 

Differenze tra Incoterms® 2010 e 2020:

  • Incoterms® FCA (Franco vettore) ora offre l'opzione aggiuntiva di effettuare un'annotazione di messa a bordo sulla Polizza di carico prima di caricare le merci su una nave.

  • I costi sono ora raggruppati negli articoli A9/B9 di ciascun Incoterms®.

  • Il CIP (Carriage and Insurance Paid To) ora richiede di stipulare una polizza assicurativa conforme alla Institute Cargo Clause A (livello minimo). (Tutti i rischi, soggetti a esclusioni dettagliate).

  • Il CIP (Carriage and Insurance Paid To) ora richiede di stipulare una polizza assicurativa conforme alla Institute Cargo Clause C (livello minimo). (Numero di rischi elencati, soggetti a esclusioni dettagliate).

  • Le regole Incoterms® Franco vettore (FCA), Reso nel luogo (DAP), Reso non caricato (DPU) e Reso sdoganato (DDP) ora tengono conto del fatto che le merci possono essere trasportate senza incaricare un vettore di terze parti, vale a dire utilizzando il proprio mezzo di trasporto.

  • La regola Reso Terminal (DAT) è stata cambiata in Reso sdoganato (DPU) per chiarire che il luogo di destinazione potrebbe essere qualsiasi luogo e non solo un "terminale".

  • Gli Incoterms® 2020 ora trasferiscono esplicitamente al venditore la responsabilità dei requisiti di sicurezza e dei costi accessori.

 

Informazioni utili  

Gli Incoterms® non costituiscono un contratto di vendita completo, ma ne fanno parte. Per la loro applicazione, dovrebbe essere utilizzata la seguente struttura: 

"[La regola Incoterms® scelta] [Porto, luogo o punto convenuto] Incoterms® 2020" 

Esempio: "CIF Shanghai Incoterms® 2020" o "DAP 10 Downing Street, Londra, Gran Bretagna Incoterms® 2020" 

Se negli Incoterms® non è indicato nessun anno, si applica quanto segue:
 fino al 31 dicembre 2019 si applicano gli Incoterms® 2010.
 Dal 1° gennaio 2020 si applicano gli Incoterms® 2020. 

Se viene indicato un anno diverso, ad es. Incoterms® 1980, si applicano i rispettivi termini.  

Per ulteriori dettagli, consultare il sito Web ufficiale dell'ICC: https://iccwbo.org. 

Hai bisogno di consulenza?

i nostri esperti nel trasporto marittimo

Contatta i nostri esperti nel Trasporto Marittimo

Invia la tua richiesta adesso